PallonateadeffettoRiportiamo quanto accaduto in questi ultimi giorni, ricordando che un consiglio noi lo avevamo dato, giusto o sbagliato, chiedevamo, al dimissionario presidente Sciotto,

di eliminare le zavorre dalla società per andare avanti con l'uomo che lui stesso aveva scelto per riportare il "vero calcio" a Messina, Fabrizio Ferrigno. Oggi, invece, dopo qualche riunione in cui si cercava di riconciliare elementi della dirigenza e dello staff tecnico, arrivano le dimissioni dello stesso Direttore Sportivo Ferrigno e del Team Manager Alessandro. Praticamente, se prima eravamo in acqua adesso stiamo affondando. E così, se prima la piazza era arrabbiata, adesso è arrabbiata e pessimista a tal punto da pensare di poter fare a meno del calcio.

Precisiamo, non è che ci siano piaciuti gli insulti verso il presidente, perchè a voler far le pulci dovremmo precisare che questo presidente è tra i pochi dell'ultimo decennio a potersi vantare di aver messo in piazza "soldi veri" per iscrizione e tutte le spese necessarie per tirar su dal nulla una nuova società dopo il disastro perpetuato a luglio da chi lo ha preceduto, come è altrettanto vero che, avendo fatto il grande passo, il presidente Sciotto doveva sapere che per partecipare al campionato di Serie D si andava incontro ad un esborso economico rilevante, oggi per adattarsi alla categoria e domani per tentare il grande salto tra i professionisti. Ferrigno Sciotto

Il temporeggiare nella ricerca di un'attaccante da doppia cifra, il ritrovarsi dopo sei giornate con due soli punti, l'avere in società figure inadatte o inutili senza intervenire anche drasticamente, con la conseguenza di avere disatteso alle promesse fatte inizialmente, non ha certo contribuito a rasserenare un'ambiente stanco ed avvilito. Lo stesso ambiente che si era visto ingannato da chi aveva promesso "la normalità" ritrovandosi, invece, cancellato da quel professionismo conquistato dopo anni oscuri passati, ed a volte persino derisi, in campi polverosi e da oratorio.

Tutto sembra crollare,  le dimissioni di Ferrigno ed Alessandro, le minacciose presunte dimissioni del tecnico, prima della partita sull'ennesimo campetto di provincia hanno stancato persino il tifoso più convinto. Non è possibile, non è possibile che una città come Messina sia casa solo di avventurieri, di incompetenti e di ciarlatani. Gli imprenditori onesti, la parte sana della città, quella che vuole che questa città continui a vivere e diventi più bella, adesso devono farsi avanti.

TifosisullaCollina

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it Registrazione presso il Tribunale di Messina n°16/96 (c) 2006 - 2015 tutti i diritti riservati