Camaro stemmaPer trovare continuità, dopo la vittoria di sette giorni fa, il Camaro, nel settimo turno di Eccellenza, torna sullo stesso terreno dove appena pochi mesi fa centrava la promozione in quinta serie, conquistata proprio nel match di inizio aprile contro il Real Aci. Fanalino di coda e reduce da una settimana contrassegnata dall'addio di parecchi calciatori, il Real è alla disperata caccia di qualche punto che possa far respirare. 

I padroni di casa sono subito pericolosissimi, costringendo Mannino agli straordinari sulla deviazione di Finocchiaro; il portiere neroverde è bravo a farsi trovare pronto spedendo la sfera fuori con l'aiuto della traversa. Il capovolgimento di fronte vede protagonista Bonamonte, che da sinistra tenta un tiro-cross neutralizzato, però, dalla difesa del Real Aci. Al 17' Cappello di testa batte Cardillo ma, sul cross di Ancione, il capitano ospite è in offside. Al 27' brivido per la retroguardia di mister Ferrara: Costa colpisce male di testa, Mannino esce peggio e la palla sbatte contro Pettinato, prima che la difesa in qualche modo riesca a sbrogliare la matassa. Il Camaro non sta a guardare e al 29' Ancione scaglia dal limite un destro a giro che sibila alla sinistra del palo di Cardillo. Al 33' Bonamonte prende palla sulla sinistra, si accentra, salta un avversario e lascia partire un tiro insidiosissimo, salvato miracolosamente dal portiere di casa; sulla ribattuta Sturniolo non è reattivo e non riesce nel tap-in. Ancora Camaro al 42' con la prepotente accelerazione di Assenzio che, servito da Paludetti, arriva sul fondo, rientra sul destro ma non riesce ad angolare la conclusione. Sulla ripartenza scontro Mondello-Costa: sembra fallo dell'attaccante di casa, Scarantino giudica diversamente e assegna la punizione per il Real Aci. Dalla panchina ospite le proteste sono vibranti e costano il rosso a Spoto. Non succede altro nei cinque minuti di recupero concessi. 

I primi minuti della ripresa trascorrono senza pericoli concreti, al 50' però occasionissima per Mammone, abile a destreggiarsi dal limite e concludere col mancino senza trovare lo specchio. Al 52' sono gli ospiti a sbloccare la gara con Assenzio che ruba il tempo a tutti e batte Cardillo, finalizzando al meglio il cross di Falcone. Il Camaro ci trova gusto e raddoppia immediatamente con Bonamonte: è ancora Assenzio protagonista, stavolta con l'assist vincente. La timida risposta del Real Aci è affidata al colpo di testa di Ambra, alto sopra la traversa. L'uno-due fulmineo della formazione Ferrara sembra avere un po' stordito però la squadra di casa, che prova a rimettere in ordine le idee per cercare l'improbabile rimonta. Al 65' è ottimo lo spunto di Falcone, il lancio del quale non viene sfruttato da Sturniolo che non riesce a concludere bene, sprecando l'opportunità. Qualche minuto più tardi, da calcio piazzato svetta Pettinato, ma la risposta di Cardillo è ancora di alto livello. Il gioco, spezzettato a larghi tratti, è sempre in mano al Camaro, che mostra trame interessanti, anche se non riesce a mettere a segno il colpo del ko. Ancora qualche protesta, come nel finale del primo tempo, per una decisione discutibile del signor Scarantino, colpevole al 78' di non avere sanzionato Grazioso, entrato in maniera scomposta su Cappello. La gara scorre senza brividi particolari e il Real Aci ci prova con qualche iniziativa personale, senza però impensierire Mannino. Non succede altro: seconda vittoria consecutiva per il Camaro, che continua la risalita grazie a una vittoria frutto di gioco e carattere. Domenica prossima, impegno interno contro il Caltagirone per gli uomini di Ferrara.

Real Aci - Camaro 0-2
Marcatori: 7' st Assenzio, 9' st Bonamonte

Real Aci: Cardillo, Pennisi, Di Nicolò, Patanè (39' st Messina), Bisicchia (22' st Sorbello), Tornatore, Mammone, Ambra, Finocchiaro (22' st Grazioso), Costa, Mazzamuto (37' st Cutuli). In panchina: Colley, Alidou, Reitano. Allenatore: Eugenio Seminara.
Camaro: Mannino, Cappello, Mondello, Munafò, Pettinato, Falcone (39' st Velardi), Sturniolo, Assenzio, Paludetti (31'st Brigandì), Ancione (45' st Princi), Bonamonte (29' st Campo). In panchina: Giorgianni, Morabito, Spoto. Allenatore: Pasquale Ferrara.

Arbitro: Claudio Scarantino della sezione di Caltanissetta
Assistenti: Domenico Giuseppe La Monica e Giovanni Battista Citarda della sezione di Palermo

Espulsi: 42' pt Spoto (C) dalla panchina
Ammoniti: Paludetti (C), Ambra (R), Patanè (R)

 

Angelo Rocca

 

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it (c) 2006 - 2018 tutti i diritti riservati