cdmgiarreContro l'avversario più in forma, il Giarre a punteggio pieno, una prestazione impeccabile regala al Città di Messina la prima vittoria casalinga della stagione. Decide la gara il rigore trasformato da Rasà al 19' del primo tempo, ma il divario poteva essere senza dubbio più ampio, visto il buon numero di occasioni creato dai giallorossi. La squadra di Furnari, infatti, ha aggredito gli avversari, incapaci di sviluppare gioco per buona parte del match e ha sfiorato ripetutamente il

raddoppio con Cardia, Quintoni, lo stesso Rasà e i fratelli Leo. Tre punti ampiamente meritati che fanno ben sperare in vista dei prossimi impegni di campionato.
Furnari sceglie nuovamente il 3-5-2. Tra i pali, l'esordiente Paterniti vince il ballottaggio con Andrea Maisano per sostituire l'infortunato Billè. In difesa agisce il terzetto formato da Salvatore Leo, Filistad e Bombara.

Sulle corsie esterne, gli under Davide Leo e Di Stefano affiancano il trio di centrocampo formato da Quintoni, Cardia e Calcagno. Davanti, Rasà e Genovese. La prima occasione è di marca giallorossa. Al 7' una botta centrale di Genovese sorvola la traversa. Al 13' ancora avanti i padroni di casa: la punizione di Quintoni pesca Cardia che di testa centra il palo; la sfera, poi, arriva sui piedi di Rasà, ma da ottima posizione non inquadra la porta. I padroni di casa continuano ad accelerare, costringendo il Giarre nella propria metà campo. Al 18' sugli sviluppi di un corner battuto corto, Calcagno viene atterrato in area da Leotta: il direttore di gara non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Rasà e realizza con freddezza, ripetendosi dopo il penalty trasformato nella scorsa gara con il Catania S.Pio X. Cinque minuti dopo, la timida reazione del Giarre arriva con una girata di Caputa, controllata senza affanni da Paterniti. Il pallino del gioco è saldamente nelle mani del CdM e per registrare una nuova azione degna di nota bisogna attendere il 43', quando Spampinato con un bel tiro al volo da posizione defilata sfiora il palo. Nell'ultimo dei tre minuti di recupero il Città di Messina ha una buona occasione per il raddoppio in contropiede: Cardia lancia sulla destra Genovese, palla al centro per Quintoni che a due passi dalla porta manda alto.
Nella ripresa il Giarre cerca di velocizzare la manovra, ma trova davanti una difesa ben posizionata, impermeabile agli attacchi ospiti. La chance più importante la crea ancora una volta il Città di Messina con un colpo di testa di Salvatore Leo sventato dal giovane Dovara, subentrato nel primo tempo al posto di Colonna. Non succede più nulla in un secondo tempo che vede i peloritani amministrare senza problemi l'1-0 anche grazie all'ingresso di Fragapane, Silvestri, Alessandro e Codagnone. Dopo quattro minuti di recupero, il signor Monesi di Crotone decreta la fine del match.
Risultato importante per il Città di Messina che ferma la capolista e sale a sette punti in classifica. Nel prossimo turno, trasferta in casa dell'Adrano.

Il tabellino
Città di Messina - Giarre 1-0
Marcatore: 18' rig. Rasà
Città di Messina: Paterniti, D.Leo (65' Alessandro), Di Stefano, S. Leo, Filistad, Bombara, Cardia, Calcagno (65' Fragapane), Rasà (73' Codagnone), Genovese, Quintoni (78' Silvestri). In panchina: A. Maisano, Ginagò, Mastroieni. Allenatore: Giuseppe Furnari
Giarre: Colonna (30' Dovara), Patanè, Sanfilippo (30' Messina), F. D'Arrigo (80' Nirelli), Famà, Spampinato, Lamia, S. D'Arrigo S. (56' Curcuruto), Caputa, Compagno (61' Patti), Leotta. In panchina: Carrabino, Privitera. Allenatore: Gaetano Mirto
Arbitro: Antonio Monesi di Crotone Assistenti: Mario Chici e Giovanni Battista Citarda, entrambi di Palermo
Ammoniti: Famà, F. D'Arrigo, Nirelli (G), Filistad, Silvestri (CdM)
Recupero: 3'pt, 4'st

 

Angelo Rocca

 

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it (c) 2006 - 2018 tutti i diritti riservati