sanfilippoLe ultime notizie riguardanti l'Acr Messina non sono certo confortanti. Da un lato il comunicato della società che, alla scadenza del 30 giugno, ha ricevuto una sola offerta di acquisizione rifiutandola: 

"Scaduto il termine per l’acquisto della società ACR Messina SSD. Si comunica che nei termini previsti dalla proprietà, scaduti ieri, è pervenuta 1 (una) manifestazione di interesse all’acquisto della società.

La proprietà ha ritenuto di non poter accettare tale proposta, “attesa l’incongruità della somma offerta, non allineata con i valori economico e patrimoniali della società ACR Messina SSD” e nella giornata di ieri lo ha comunicato al rappresentante del gruppo che ha formulato l’offerta."

Dall'altro lato, proprio il gruppo che si era proposto ritiene opportuno portare a conoscenza di tutti, attraverso una conferenza, le proprie intenzioni:

"Mercoledì 4 luglio, alle ore 19, presso il ritrovo Elisir di via Nino Bixio, il gruppo friulano che ha  ha notificato al patron Sciotto manifestazione d'interesse all'acquisizione del pacchetto societario, terrà una conferenza stampa per meglio chiarire gli aspetti della vicenda. Sarà presente il neo assessore allo Sport, Pippo Scattareggia."

In altre parole, il tempo passa ed il nulla si fa largo in mezzo ai "residui" di una tifoseria che sperava in ben altra sorte ed, invece, ritrova il rischio di un'ennesima scomparsa.

Forse, però, qualche errore di valutazione è stato commesso. Lo ha commesso il presidente Sciotto nel momento in cui ha deciso di non far morire il calcio, perchè doveva sapere a cosa andava incontro ed al sacrificio economico che avrebbe comportato quella passione. Lo ha commesso quella parte della tifoseria che ha crudamente attaccato quello striscione in una delle sue aziende, azione da secondo cartellino giallo.

La realtà è che adesso le sorti dell'Acr Messina sono legate alla decisione che prenderà Sciotto, anche se, stavolta potrebbe avere la possibilità di non essere più solo, con un neo Sindaco che tra le tante priorità di questa città ha inserito anche la tutela della Squadra di calcio e (finalmente) la possibilità di concedere lagestione pluriennale dello stadio. Poi, ci sono anche quei due/tre personaggi che potrebbero decidere di affiancare la società giallorossa con sponsorizzazioni che sarebbero, in tutti i casi, un contributo alla causa e, tra l'altro, in un momento economico così difficile non si può certo stare a storcere il naso. 

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it (c) 2006 - 2018 tutti i diritti riservati