sanfilippoOggi Messina ha due squadre nel maggior campionato dilettantistico nazionale e fino adesso, nonostante le due società abbiano finito da circa un mese i propri campionati di competenza, non vi è nessuna chiarezza su quale sarà il futuro della Messina calcistica. In altri tempi, questo sarebbe potuto essere un segnale positivo, perchè il silenzio poteva nascondere un lavoro "sottotraccia" che avrebbe dato i suoi frutti al momento decisivo, eppure qualcosa non quadra.

In noi ha quasi sempre prevalso, almeno inizialmente, una sorta di "protezionismo", prima sulla sorte della società del presidente Lo Monaco, per continuare con quella di Stracuzzi e, per finire, con quella che, ad oggi, è la squadra seguita dallo zoccolo duro del tifo, cioè l'Acr Messina di Sciotto. Solo in un caso non tenemmo lo stesso atteggiamento, esattamente con la società che subentrò nella primavera dello scorso anno, ed i fatti, sfortunatamente, ci diedero piena ragione, con la mancata iscrizione della vecchia Acr e l'eventualità della completa sparizione di Messina dal calcio nazionale.

Intanto, continuano da più parti le voci riguardanti alcuni giocatori insoddisfatti che vogliono andar via mentre, invece, altri promettono amore eterno e voglia di vincere in questa piazza, poi, da un lato, prendiamo atto dichiarazioni importanti del presidente Sciotto sulla richiesta di ripescaggio od, in alternativa, l'allestimento di una compagine attrezzata per tentare la vittoria del campionato, dall'altro le dichiarazioni dell'ormai ex Ds Lamazza che mettono un'ombra sulla società. Inoltre, abbiamo avuto contezza che da Taranto potrebbe arrivare una richiesta per il tecnico Giacomo Modica.

Se tutto questo non bastasse, altre voci, per noi ancor più inquietanti e riguardanti tutte e due le maggiori società calcistiche cittadine,  cominciano a farsi strada tra la tifoseria giallorossa e nei corridoi degli addetti ai lavori, cioè quella di ricorrere ad alcuni personaggi che, proprio nel recente passato, hanno professato "amore" dimostrando di tenere più ad interessi personali, provocando l'ennesima grande delusione al popolo giallorosso. Se le voci dovessero trovare conferma nella realtà, abbiamo già registrato segnali, da una parte della tifoseria che, se questo dovesse accadere, potrebbe rivelarsi un'ulteriore colpo alla credibilità della società e l'ennesima spaccatura in seno allo zoccolo duro dei tifosi rimasti.

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it (c) 2006 - 2018 tutti i diritti riservati