Me San GolDezaiSembrava una di quelle giornate adatte per riportarsi avanti in classifica ed invece il Messina raccoglie solo le ceneri di una sconfitta. Errori identici, un gol su palla inattiva, l'altro con una palla persa al limite dell'area e quando ti trovi sotto di due reti e non hai in organico un goleador od uno stoccatore tutto diventa più difficile. Si aggiunga, poi, la giornata non felice di alcuni elementi e la frittata è fatta.

Facciamo un passo indietro, Mister Modica cambia molto, senza Colombini partito ad inizio mercato di riparazione e Bruno ancora fuori per infortunio, il tecnico si affida ai giovani, lanciando il neo tesserato Rinaldi in porta, davanti a lui ci sono Lia, Bucca e Polito a far compagnia a Manetta. Quindi, centrocampo ed attacco composti da over, con il rientrante Migliorini, Maiorano e Lavrendi, in avanti Cocuzza, Ragosta e Rosafio.

Cronaca: il Messina sembra partire bene, la Sancataldese si barrica dietro ed i giallorossi inanellano calci d'angolo ma al primo corner degli avversari il Messina prende gol. E' il 10' quando la parabola arriva sul secondo palo dove Zappalà prende il tempo e con un colpo di testa a palombella trova l'incrocio dei pali opposto, nulla può Cocuzza appostato sul primo palo. Il Messina riparte a testa bassa ed al 14' Lavrendi serve in piena area Cocuzza che, in ottima posizione centrale, tira senza angolare troppo la conclusione ed il giovane portiere Serenari riesce a ribattere in tuffo. 15' un cross dal vertice di Lavrendi viene deviato e si trasforma in tiro, la parabola scheggia la traversa e finisce in angolo. 23' ennesimo angolo per il Messina, palla indietro a Lia che fa partire il cross su cui Manetta, di testa, anticipa tutti e gira a rete, Serenari sventa il pareggio con una parata prodigiosa. Il Messina sembra diminuire la pressione ed al 30' il tiro dai venti metri di Rosafio è facile preda per il portiere avversario. 45' punizione centrale dai venticinque metri per il Messina che mette in scena uno schema che porta Ragosta al gol, ma l'arbitro annulla per fuorigioco su segnalazione del suo assistente. Restano molti dubbi sulla giustezza dell'intervento arbitrale. La prima frazione finisce con la Sancataldese in vantaggio sull'unico tiro diretto verso la porta giallorossa. Il secondo tiro dei nisseni arriva nei primi minuti della ripresa ed è il raddoppio per la Sancataldese. E' il 2' quando Migliorini, sul vertice dell'area giallorossa, perde palla per un probabile fallo di un avversario, cross verso il secondo palo dove Carrozzo si fa trovare pronto per appoggiare in rete di testa. Il Messina sembra perdere lucidità e la Sancataldese ne approfitta per congelare la partita, al 3' arriva l'ammonizione per il portiere ospite per perdita di tempo. Al 10' Modica sostituisce un centrocampista, Lavrendi, inserendo la giovane punta Mascari. Al 15' altra sostituzione dei giallorossi esce un abulico Polito ed entra Cozzoino. 16' il primo tiro verso la porta è di Migliorini che raccoglie una respinta della difesa e...manda alle stelle.Me San PrimoGol

26' nella Sancataldese esce l'autore del gol, Carrozzo, ed entra Costanzo. 30' arriva anche il tiro sbilenco di Cocuzza ed il tecnico del Messina sostituisce Ragosta con Dezai. 31' il Messina vicino al gol proprio con Dezai che viene contrato sul primo palo prima di insaccare. L'attaccante del Messina fa centro al secondo tentativo, al 38' punizione sul vertice destro dell'area, palla filtrante pa Maiorano che lascia partire un cross teso su cui Dezai anticipa tutti e di piatto insacca in rete. I giallorossi potrebbero giungere al pareggio al 39' quando Lia sforna un identico cross e Mascari ad un passo dalla linea di porta riesce a fare l'impossibile alzando oltre la traversa. I minuti successivi scorrono veloci tra sostituzioni ed interventi per presunti infortuni dei giocatori sancataldesi, il risultato non cambia sino al triplice fischio dell'insufficiente fischietto del direttore di gara Valentina Garoffolo.

La sconfitta fa perdere tre punti importanti per il Messina, ma fa rinascere, per l'ennesima volta, l'esigenza di trovare un'autentico ariete d'area, un'attaccante che riesca a trasformare in reti le decine di cross che arrivano in area dalle fasce. Il Direttore Sportivo non dovrà temporeggiare ancora, la punta centrale ed un esperto e fisico centrale di difesa, sopratutto dopo la partenza di Colombini, sono le priorità su cui non si può tergiversare, anche in prospettiva futura.

Me San GolmancatoMascari2

 

MESSINA-SANCATALDESE 1-2

Marcatori: 10′ pt Zappalà (S), 2′ st Carrozzo (S), 38′ st Dezai (M)

Messina: Rinaldi, Lia, Polito (15′ st Cozzolino), Migliorini (45′ st Pezzella), Manetta, Bucca, Rosafio, Maiorano (45′ st Bossa), Lavrendi (10′ st Mascari), Cocuzza, Ragosta (27′ st Dezai). A disp. Meo, Cassaro, Tricamo, Balsamà, Pezzella. All. Giacomo Modica.
Sancataldese: Serenari, Tosto, Fragapane, Calabrese, Di Marco, Zappalà, Bruno, Sessa, Sicurella (41′ st Raimondi), Sciacca (1′ st Ouattara), Carrozzo (24′ st Costanzo). A disp. Letizia, Alba, Giarrusso, Galletti, Pignatone, Maniscalchi. All. Rosario Marcenò
Arbitro: Valentina Garoffolo di Vibo Valentia. Assistenti: Luigi Benedetto e Roberto Basile di Crotone

Angoli: 10 - 3
Ammoniti: Serenari e Tosto (S)

Nelle foto: Gol Dezai in alto. Gol Zappalà a destra. Gol mancato di Mascari in basso

Paolo Crisafi

Ph Paolo Furrer

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it Registrazione presso il Tribunale di Messina n°16/96 (c) 2006 - 2015 tutti i diritti riservati