BBB37E30 FFEC 4580 8D76 0F120F56AC18 Sebbene l’antico “Giuoco del calcio” venisse praticato a Messina già sul finire del secolo XIX, è il 1 Dicembre del 1900 che nasce ufficialmente il primo progetto calcistico cittadino:
Messina Football Club, fondata dall’imprenditoria inglese presente in città a cavallo tra i due secoli.

L’armatore navale Walter F. Becker titolare dell’agenzia di navigazione “Peirce, Becker & Ilardi", fu il primo storico presidente, accompagnato dal Vice Charles M. Caughy, console statunitense, e dal segretario Walter Oates (socio della fabbrica di derivati agrumari "W. Sanderson & Sons", una delle più famose in Europa).A8B48554 7CC0 4324 BAA2 4DF42CBFD4F9

F. L. Padgett, anche lui inglese, fu il primo allenatore-capitano della squadra. Tra le persone chiave della società figuravano anche i reverendi anglicani Charles B. Hulleatt e Caulfield.

La figura sicuramente più interessante di allora era quella di Alfredo Marangolo. Il giovane, messinese, visse per lungo tempo in Gran Bretagna, luogo in cui fu iniziato al neonato gioco del calcio. Con il suo ritorno in patria, portò con sé i manuali con le regole del gioco, un pallone di cuoio, alcune scarpe, una divisa da arbitro ed una da gioco.
Il giovane Marangolo legò, proprio per questa sua passione, con la colonia inglese di Messina, all’interno della quale i cittadini d'oltremanica praticavano il gioco del calcio.
La fondazione della nuova squadra è l’ovvio epilogo: il primo incontro del Messina Football Club è datato 18 aprile 1901, 4 mesi dopo la sua creazione, e fu organizzato proprio da Alfredo Marangolo e disputato contro l'Anglo-Palermitan Athletic and Foot-Ball Club (l'attuale Palermo) fondato dall'amico Ignazio Majo Pagano, con il quale era emigrato a Londra.C6A229D7 3C96 4159 AC6A 4803BD100F1A

L'incontro finì 3-2 per i Palermitani; la formazione che sfidò il team del capoluogo isolano era la seguente: Marangolo, Pappin, Padgett, Way, Caulfield, Oates, Arena, Vaccaro, Greco, Falorsi, Crisafulli.

I colori sociali della squadra erano il bianco e blu. Di seguito un estratto del Giornale di Sicilia della cronaca dell'incontro contro il Palermo:

« I rappresentanti del Club Messina [...] vestivano un elegantissimo costume in maglia bleu con calzoni bianchi, gambali di legno e berretto bleu e bianco. »

(F. Rosso su il Giornale di Sicilia, 19 aprile 1901)

 Nel luglio 1901 Becker lascia il ruolo di presidente al neo console inglese di Messina, Arthur Barret Lascelles. Nel 1902 furono organizzati diverse sfide contro gli equipaggi delle navi attraccate nel porto di Messina: il Messina superò 2-1 l'equipaggio dello Yacht Hohenzollern di Guglielmo II di Germania; la più consolidata Royal Steamer Aurani, Marina Inglese, si impose invece sui siciliani per 5-1.

F29DABDD 262B 48AD 9AA9 FF9AA548CA63 Nel 1905 nacque la Whitaker Challenge Cup, storica coppa di Sicilia disputata contro il Palermo; le fonti attribuiscono la vittoria al Messina (1-0, altre per 3-2). I messinesi bissarono il successo anche nel 1906 (2-1). La Whitaker Challenge Cup non fu disputata nel 1907, ma tornò ad essere giocata, per l'ultima volta nella storia, il 15 febbraio 1908: vinse il Palermo 3-0, nell'incontro disputato presso lo spiazzale di San Raineri.

Il terremoto del 1908, una delle peggiori tragedie della storia italiana, causò la morte di numerosi giocatori della squadra; l'attività riprese solamente nel giugno 1909, grazie ai fondi del presidente Lascelles ed all'aiuto dei marinai presenti in città, alcuni di essi giocatori di Venezia, Gorizia e Triestina. Nel 1910 la squadra prese parte alla seconda edizione della Coppa Lipton, sfidando il Naples (il Napoli di oggi) e il Palermo.

In seguito, la società si sciolse ed i giocatori confluirono nella Società Ginnastica Garibaldi, la quale continuò le sue vittorie in terra sicula: nel 1913, vittoria della coppa Agordad a Catania.23C22C8F 1D22 4459 92B6 3B982AB1E4D8

La prima grande guerra interruppe le vicende sportive, riprese nel 1919 con la fondazione della Us Messinese, dal 1924 Us Messina.
Nel 1928 nacque l’Ac Messina da una costola della Us, dalla quale poi deriverà l’Fc Messina dei Franza dei tempi della A.

 

Francesco Tirrito

 

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it Registrazione presso il Tribunale di Messina n°16/96 (c) 2006 - 2015 tutti i diritti riservati