IMG 20170415 WA0147 Il match con il Melfi regala una sonora batosta agli uomini di Mr. Lucarelli. Atteggiamento battagliero, salvezza da conquistare a suon di gol a spese del Melfi: queste le promesse della vigilia, disattese totalmente da una disastrosa involuzione che fa pensare male, anzi malissimo. Il Messina non entra praticamente in campo: i giocatori sono svogliati, superficiali, non mostrano nulla di quella aggressività decantata durante la settimana in interviste e conferenze.

Valutare la singola prestazione di ogni giocatore non è quindi cosa semplice. Il Melfi passeggia, vince ampiamente già a fine primo tempo. Ci si aspetta una risposta post-intervallo ma il copione è sempre lo stesso: sembra che il Messina abbia deciso di perdere. Nessuna reazione. Dopo aver rifiutato l'idea di vincere a Fondi, in 11 vs 10 per 70 minuti abbondanti e contro un modestissimo avversario, il Messina si ripete con una prestazione scarsa, incolore, innaturale e inspiegabile. I gol (inutili) nel finale di Marseglia e Musacci non alleggeriscono la situazione: i giallorossi sono adesso vicino al baratro.

MESSINA valutazione: NON PERVENUTO

Berardi s.v.

Palumbo s.v.  (34' Marseglia s.v.)

Maccarrone s.v.

Bruno s.v.

Grifoni s.v.

Da Silva s.v.

Musacci s.v.

Foresta s.v. (65' Ferri s.v.)

Sanseverino s.v. (50' Ciccone s.v.)

Milinkovic s.v.

Madonia s.v.

All. Lucarelli s.v.

MELFI: Gragnaniello 6, Grea 6 (53' Libutti 6), Laezza 6,5, Romeo 6, Vicente 6,5, Esposito 6,5, Marano 7 (71' Demontis 6), Obeng 6, Foggia 6,5, De Vena 6,5 (85' Mangiacasale s.v.), Lodesani 6. All. Diana (squalificato) - Destino 7 (All. in seconda)

 

Francesco Tirrito

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it Registrazione presso il Tribunale di Messina n°16/96 (c) 2006 - 2015 tutti i diritti riservati