Me Akragas CicconeLa 35esima giornata del Girone C della Lega Pro 2016/17, anticipata interamente a sabato 15 aprile per via della festività pasquale, mette di fronte Messina e Melfi. La partita del “Franco Scoglio” per i lucani rappresenta l’ultimo treno per restare agganciati alla zona playout e mantenere quindi qualche chance per salvare la categoria. Pure per i biancoscudati il match è di fondamentale importanza:

vincere significherebbe scongiurare la retrocessione diretta e fare un ulteriore passo in avanti per evitare anche i playout. Calcio d’inizio previsto alle 14:30.

Il Melfi è reduce dal discusso pareggio di Monopoli (1-1): alcune decisioni del direttore di gara non sono andate giù ai lucani ed in particolare al mister Aimo Diana, che ha protestato in maniera veemente ed è stato fermato per due turni dal giudice sportivo. Domani mancheranno De Giosa, Bruno, Russu, Filomeno, Gammone e De Vena, mentre De Angelis, seppur non in perfette condizioni, è stato convocato e probabilmente partirà dalla panchina. I lucani nelle ultime uscite sono stati schierati con il 3-4-3, ma le varie assenze potrebbero determinare un cambio di modulo e rendono più difficile la previsione dell’undici titolare. In porta ci sarà Gragnaniello, mentre Grea, Laezza e Romeo dovrebbero completare il pacchetto arretrato. Libutti e Lodesani sono i favoriti per occupare le corsie esterne a metà campo con Vicente ed Esposito al centro. In avanti spazio a Mangiacasale e Marano dietro Ciro Foggia, capocannoniere interno del Melfi con 10 reti. Da non sottovalutare l’impiego dei centrocampisti Obeng e Demontis.

Lucarelli, consapevole che quella di domani è una partita importantissima ma non decisiva, punta a riscattare la gara dell’andata, conclusasi 3-0 per i padroni di casa e condita da numerosi episodi dubbi che hanno penalizzato il Messina. Rea e Mancini, non al meglio, sono stati convocati ma difficilmente saranno in campo dall’inizio. Non saranno del match anche lo squalificato De Vito e gli infortunati Ansalone, Anastasi e Plasmati, il quale ha avuto una ricaduta (lesione di primo grado al flessore) e potrebbe aver già concluso il suo campionato. In caso di 4-3-3 sarebbe uno tra Grifoni e Bruno a prendere il posto di terzino sinistro normalmente occupato da De Vito. In caso di 3-5-2 Grifoni giocherebbe a destra a centrocampo con Sanseverino dirottato sulla sinistra. Tornano titolari Musacci e Foresta, mentre in avanti Lucarelli sembra orientato a concedere fiducia a Ciccone.

MESSINA (3-5-2): Berardi; Palumbo, Maccarrone, Bruno; Grifoni, Da Silva, Musacci, Foresta, Sanseverino; Ciccone, Milinkovic.

MELFI (3-4-2-1): Gragnaniello; Grea, Laezza, Romeo; Libutti, Vicente, Esposito, Lodesani; Mangiacasale, Marano; Foggia. 

 

Alessandro Tavani

 

e-max.it: your social media marketing partner
   
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it Registrazione presso il Tribunale di Messina n°16/96 (c) 2006 - 2015 tutti i diritti riservati