20747469 10155020193328165 2057320830 o Non sarà certamente il caldo torrido di questo pomeriggio a interrompere la preparazione dei biancoscudati in quel di Rocca di Caprileone. Ritmi serrati che prevedono stretching, stiramenti e piegamenti, corsa, torello e esercizi defaticanti. Prende forma, dunque, il nuovo Messina, quello che ripartirà dalla Serie D, con il doppio della rabbia e della cattiveria agonistica rispetto all'ultima apparizione nel campionato dilettante. E' questa la speranza di Mister Antonio Venuto, il quale crede che sia necessario "essere arrabbiati per rilanciare il nostro calcio.

Messina, per me, è la città più importante della Sicilia; va gettato il cuore oltre l'ostacolo per uscire subito da questa categoria dilettantistica e tornare nei posti che più ci competono". Determinazione, grinta, voglia di prendere in mano le redini di una piazza che "ha un peso enorme. A Milazzo e Piraino (le precedenti esperienze del Mister Venuto, ndr) si poteva mantenere un profilo basso, in quanto squadre provinciali. A Messina non può esistere questo discorso: bisogna vincere e la maglia pesa tantissimo. Voglio ragazzi che interpretino con estremo agonismo sportivo tutto il campionato. Non servono per forza nomi altisonanti ma uomini che in campo sappiano soffrire e far soffrire gli avversari, portando in alto il nome della mia città."

Determinato si, ma anche carico di entusiasmo: "Sono contento di essere qui. Ringrazio la famiglia Sciotto, in primis per averci permesso di ricominciare a parlare di calcio, seppur partendo dalla D; secondariamente per avermi dato la possibilità di dimostrare il mio valore alla guida della squadra della mia città. Appunto perchè questa maglia la sento mia, la tifo, nella costruzione dell'organico stiamo cercando di fare scelte tecniche ponderate ben precise, evitando errori che a circa due settimane dall'inizio del campionato potrebbero risultare fatali. Necessitiamo di over per costruire le fondamenta e fare il salto di qualità; alcuni sono in arrivo, altri arriveranno sicuramente più avanti. Al momento, quindi, siamo un cantiere aperto: tanti i giovani che stiamo valutando. Non è semplice selezionare i profili migliori, specialmente intervenendo in ritardo sul mercato giovanile (per ovvi motivi tempistici, ndr). Stiamo provando a intavolare trattative con società italiane di spessore, nella speranza di strappare qualche ottimo profilo in prestito. Tutto passa dal lavoro,dal sacrificio e dal sudore. Io sono un allenatore operaio e ci tengo a continuare così".

A proposito di lavoro, sacrificio e sudore, ci è sembrato opportuno, a questo punto, valutare direttamente l'operato dei ragazzi visti alla prova in questi primi giorni di ritiro. Chiediamo le prime impressioni direttamente al Fisioterapista Giuseppe Frisone, già in forza all'Acr Messina nell'anno appena concluso e uno dei pochi volti conosciuti di questo nuovo progetto:

"Il mister lavora molto bene e in maniera energica. Alcuni ragazzi, complice lo scarso allenamento degli ultimi mesi,carabelloallenamento hanno avuto qualche risentimento muscolare, assolutamente fisiologico e quasi smaltito. In generale il ritiro procede bene, temperature a parte. Abbiamo già osservato molti giovani di talento, anche se manca ancora quella colonna di esperienza che credo completerà l'organico nei prossimi giorni. Nel frattempo, il mister impone ritmi serrati: doppia seduta di allenamenti (9.30 e 17.30, ndr) dal lunedì  alla domenica. I ragazzi ce la stanno mettendo tutta per dimostrare di meritare il Messina. Noi siamo nuovamente qui, ripartiamo con ancora più voglia e speriamo in un futuro migliore rispetto al recente passato. E' tempo che le cose vadano diversamente".

Molto carico anche il nuovo DG Giovanni Carabellò: "Non era semplice ma ce l'abbiamo fatta. Siamo ripartiti, nonostante i mille problemi degli ultimi mesi. Ma il difficile verrà adesso, cercare di muovere i passi giusti. Qualche piccolo acciacco, qualche ritardo di condizione, ma tutto sommato sono fiducioso per l'organico che stiamo costruendo".

IMG 20170809 WA0051

 

Francesco Tirrito

e-max.it: your social media marketing partner
   

Le ultime sul muro  

  • Nessun messaggio da mostrare.
   

Accesso Utenti  

   

Classifica ACR Messina offerta da www.Livescore.it

   

Sportube.tv

 

Pallonate ad effetto

CHI SI ACCONTENTA...NON GODE

CHI SI ACCONTENTA...NON GODE

 La settimana giallorossa appena trascorsa regala 5 punti al Messina che allontana la zona play out. I due punti di penalizzazione aleggiano sullo stretto e il Messina è chiamato agli straordinari, complice il turno infrasettimanale e qualche acciacco fisico di troppo.

MESSINA: UN PASSO IN AVANTI E...MEZZO INDIETRO

MESSINA: UN PASSO IN AVANTI E...MEZZO INDIETRO

Il Messina mette la freccia ed in campionato trova la sua seconda vittoria esterna ad Andria. La prima volta aveva violato il "Nicola Ceravolo" di Catanzaro. Era il 25 settembre

AMICIZIA, RISPETTO, PASSIONE

AMICIZIA, RISPETTO, PASSIONE

 Il ciclone in casa Acr sembra ormai passato da un pezzo. A dirlo è Xavier Jacobelli, direttore editoriale del quotidiano Corriere dello Sport-Stadio, nella sua inchiesta "Così Messina può rinascere".

ASSEDIO: IL NUOVO GIOCO DA TAVOLO

ASSEDIO: IL NUOVO GIOCO DA TAVOLO

Mancano pochi match alla chiusura di questo campionato e il Messina è chiamato a non concedere più nulla per non restare invischiato nella bagarre dei playout. Serve l’apporto del pubblico e anche i tifosi lo sanno. Già durante la settimana i supporters fanno più volte capolino agli allenamenti per mostrare la propria vicinanza alla causa. Seguono striscioni di supporto agli atleti durante l’incontro con il Monopoli e un bellissimo striscione rivolto verso la curva con scritto “SOSTENIAMOLA”.

IL NON-DERBY

IL NON-DERBY

 La sfida appena conclusa tra Messina e Catania, il non-derby, ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi giallorossi. Il risultato è rocambolesco: il Messina costruisce e conclude, il Catania segna e vince.La settimana scorre all’insegna del controsenso per quel che riguarda gli “Spacchiusi” Catanesi.

  • CHI SI ACCONTENTA...NON GODE

    Lunedì, 10 Aprile 2017 13:34
  • MESSINA: UN PASSO IN AVANTI E...MEZZO INDIETRO

    Lunedì, 03 Aprile 2017 18:49
  • AMICIZIA, RISPETTO, PASSIONE

    Martedì, 14 Marzo 2017 18:53
  • ASSEDIO: IL NUOVO GIOCO DA TAVOLO

    Lunedì, 06 Marzo 2017 15:58
  • IL NON-DERBY

    Lunedì, 27 Febbraio 2017 16:16

L'angolo del tifoso

IL MESSINA C'E': COMUNICATO DEL GRUPPO FORUM PASSIONE BIANCOSCUDATA

IL MESSINA C'E': COMUNICATO DEL GRUPPO FORUM PASSIONE BIANCOSCUDATA

E così si ricomincia, questa volta, però, tutti uniti, tutti con un unico sentimento. L'ultimo decennio ha regalato più delusioni che soddisfazioni, ma loro o alcuni di loro, i tifosi,

L'ANGOLO DEL TIFOSO - 29/07/2017

L'ANGOLO DEL TIFOSO - 29/07/2017

Egr. sig. Sciotto, la ringrazio intanto perché senza di lei non staremmo a parlare ancora del Messina Calcio. Ho già avuto modo di scrivere un "Avviso ai Naviganti"

Apriri a bucca...

Apriri a bucca...

Ora prima ' Ì apriri bucca ' u sinnucu e cu ci sta a latu ' u sannu 'Ì chiddu 'ì chi parrunu?...

CICCIO...FRATELLO CICCIO

CICCIO...FRATELLO CICCIO

 È difficile raccogliere i pensieri in un momento del genere. La mente sembra non voler collaborare, le emozioni galoppano selvagge e i ricordi affiorano dolorosi. Eppure, trovo doveroso scrivere. Tredici giorni sono ormai passati dal terribile incidente in quel di Roma, in quella maledettissima Via Palombarese che non dimenticherò mai più, otto da quando ci hai lasciati. Cinque tremendi giorni di agonia, durante i quali hai combattuto con la forza di un toro, la forza che ti ha sempre contraddistinto e grazie alla quale hai affrontato tutte le prove che la vita ti ha messo davanti. Alla fine, la brutta notizia. Quella che non vorresti mai sapere, che non vorresti raccontare, che inevitabilmente cambia tutto. Tu ci lasci, sicuramente per un posto più bello del nostro e dal quale continuerai a tifare per il tuo Messina. E per i tuoi cari.

MESSINA: LE VERITA' A META' NON SONO MAI VERITA' SE NE OMETTIAMO UNA PARTE

MESSINA: LE VERITA' A META' NON SONO MAI VERITA' SE NE OMETTIAMO UNA PARTE

 La situazione Messina sembra dover scoppiare da un momento all'altro, anzi grazie al dovere-diritto di cronaca ed ai social network, in questi giorni, stiamo dando a tutta l'italia e forse a tutto il mondo, un'immagine di Messina e, soprattutto, della Messina sportiva quanto più negativa possibile.

  • IL MESSINA C'E': COMUNICATO DEL GRUPPO FORUM PASSIONE BIANCOSCUDATA

    IL MESSINA C'E': COMUNICATO DEL GRUPPO FORUM PASSIONE BIANCOSCUDATA

    Venerdì, 11 Agosto 2017 18:26
  • L'ANGOLO DEL TIFOSO - 29/07/2017

    L'ANGOLO DEL TIFOSO - 29/07/2017

    Sabato, 29 Luglio 2017 15:46
  • Apriri a bucca...

    Apriri a bucca...

    Venerdì, 21 Luglio 2017 13:08
  • CICCIO...FRATELLO CICCIO

    CICCIO...FRATELLO CICCIO

    Venerdì, 23 Giugno 2017 18:00
  • MESSINA: LE VERITA' A META' NON SONO MAI VERITA' SE NE OMETTIAMO UNA PARTE

    MESSINA: LE VERITA' A META' NON SONO MAI VERITA' SE NE OMETTIAMO UNA PARTE

    Venerdì, 17 Febbraio 2017 14:15
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it Registrazione presso il Tribunale di Messina n°16/96 (c) 2006 - 2015 tutti i diritti riservati