cdmatlPer descrivere nel modo migliore le prestazioni che Francesco Cardia regala al Città Di Messina da inizio stagione servirebbero le capacità oratorie di Federico Buffa probabilmente, ma l’intensità, la tenacia, la voglia, la grinta ed il carattere del centrocampista di mister Furnari racchiudono come meglio non si potrebbe lo stato d’animo dei giallorossi, e questo è sotto gli occhi di tutti. Vince contro il Biancavilla il Città di Messina, vince contro quella che probabilmente è la squadra meglio attrezzata di questo girone, vince contro chi ancora non aveva mai perso, vince e va al secondo posto, in attesa dei risultati di domani.

Cronaca 

Non cambia il modulo per mister Furnari, che sceglie il consolidato 3-5-2, cambia invece qualche interprete: Paterniti tra i pali, linea difensiva confermata con S.Leo, Filistad e Bombara, sugli esterni della linea mediana Silvestri sulla destra (rientro per il classe 99′ dopo l’infortunio di inizio stagione) e D.Leo a sinistra, in mezzo Calcagno, Cardia e Quintoni. Rientra dal 1′ Rasà in avanti affiancato da Genovese.

Ritmi lenti e poche occasioni per 23′, in una sfida dove almeno all’inizio prevale l’equilibrio, poi è Cardia ad inserirsi nella trequarti gialloblù e servire Genovese che prova un destro non proprio da impazzire che però Pappalardo non gestisce bene mettendo in corner. Dall’angolo scontro tra S.Leo e Messina dove avrà la peggio il giocatore del Biancavilla costretto ad uscire in barella. Poco dopo è Rasà a guadagnarsi un calcio di punizione dai 35 metri affidato al mancino di Quintoni, l’ex Messina pesca in area Cardia che però spara alto con il destro. Intorno alla mezz’ora gli ospiti producono il primo pericolo verso la porta di Paterniti, con Benfatta che approfitta dell’errore di lettura di Filistad su un cross dalla destra e incorna sfiorando il palo. Prende campo la capolista che tuttavia non crea grossi pericoli in avanti, affidandosi a conclusioni dalla distanza, come quella di Nicolosi che al 38′ viene facilmente disinnescata da Paterniti. Allo scadere della prima frazione Genovese si invola sull’out mancino crossando per la corrente Silvestri che sul secondo palo cicca la conclusione spedendo sul fondo. Fine primo tempo.

Invariati i 22 con l’inizio della ripresa. La combinazione tra Rasà e Davide Leo favorisce il primo tentativo del Città nella seconda frazione, con lo scarico su Cardia che apre il compasso e consente a Silvestri di concludere verso la porta avversaria mandando sul fondo da buona posizione. E’ ancora il match winner di Scordia e cercare in verticale Rasà, che prima viene anticipato da Parisi, salvo poi intervenire al volo sulla corta respinta del classe 81′ per cercare il gol della settimana. Mister Furnari prova a cambiare qualcosa, togliendo dal campo l’eccellente Calcagno e il timido D.Leo per Alessandro e Fragapane. Il Città si propone sulla destra e S.Leo recupera il pallone rinviato male dalla difesa del Biancavilla per appoggiare su Quintoni, che dal limite calcia debole e centrale. Poco dopo il neo-entrato Alessandro si incarica di un corner dalla destra, la sua sventagliata trova un clamoroso errore in uscita di Pappallardo che liscia il pallone, alle sue spalle S.Leo riesce a deviare di testa da pochi passi e portare in vantaggio i giallorossi. Silvestri lascia in campo per Di Stefano e Rasà per Codagnone ma a 10′ dal termine è il Biancavilla a trovare il gol del pareggio grazie a Maimone che trova la deviazione giusta in area di rigore e trasforma il calcio di punizione calciato col mancino. Una doccia fredda per qualunque altra squadra, meno che per il Città di Messina, che non si scompone e continua a spingere in avanti. Entra Costa per Quintoni. L’atteggiamento della banda Furnari viene ripagato all’88′, con il gol fotocopia di Cardia che mette il jet-pack e trova un tocco che vale il 2-1 dei padroni di casa. Anche in questo caso la complicità di Pappalardo è evidente. Fine Partita.

Il tabellino

Città di Messina vs ASD Biancavilla: 2-1

Marcatori: 22′ st S. Leo, 35′ st Maimone (B), 43′ st Cardia

CITTA’ DI MESSINA: Paterniti, Silvestri (30′ st Di Stefano), D. Leo (18′ st Alessandro), S. Leo, Filistad, Bombara, Cardia, Calcagno (18′ st Fragapane), Rasà (30′ st Codagnone), Genovese, Quintoni (41′ st Costa). A disposizione: Maisano, Ginagò. Allenatore: Giuseppe Furnari.

BIANCAVILLA:  Pappalardo, Orefice, Maimone, Strano, Diop, Parisi, Caruso (9′ st Scapellato), Baiocco, Messina (27′ st Scariolo), Nicolosi (17′ st Russo), P. Benfatta (9′ st Indelicato). A disposizione: S. Benfatta, Scalia, Faro. Allenatore: Gaspare Cacciola.

Arbitro: Alessio Marra di Mantova Assistenti:  Francesco Bentivegna e Pietro Bennici di Agrigento

Ammoniti: Calcagno (CdM), Scariolo (B), Cardia (CdM), Scapellato (B), Baiocco (B)

Recupero: 3′pt, 4′st

e-max.it: your social media marketing partner
   

Le ultime sul muro  

  • Nessun messaggio da mostrare.
   

Accesso Utenti  

   

Classifica ACR Messina offerta da www.Livescore.it

   

Sportube.tv

 

Pallonate ad effetto

MESSINA...SOLO GUERRA IN FAMIGLIA

MESSINA...SOLO GUERRA IN FAMIGLIA

Riportiamo quanto accaduto in questi ultimi giorni, ricordando che un consiglio noi lo avevamo dato, giusto o sbagliato, chiedevamo, al dimissionario presidente Sciotto,

FURTI E DISTRUZIONE AL SANFILIPPO

FURTI E DISTRUZIONE AL SANFILIPPO

E' incredibile quanto avvenuto allo stadio "comunale" Sanfilippo negli ultimi mesi.

  • MESSINA...SOLO GUERRA IN FAMIGLIA

    Giovedì, 12 Ottobre 2017 17:23
  • FURTI E DISTRUZIONE AL SANFILIPPO

    Martedì, 05 Settembre 2017 23:58

L'angolo del tifoso

TIFOSI + SCIOTTO = MESSINA 2.0

TIFOSI + SCIOTTO = MESSINA 2.0

 Pace fatta tra Sciotto e i tifosi...almeno per il momento. Dopo un inizio burrascoso che faceva intuire il peggio, il buon senso e l'amore per il Messina trionfano. Questo sembra trapelare dall'incontro di qualche giorno fa tra il numero uno giallorosso e un nutritissimo gruppo di sostenitori della biancoscudata. Presente all'incontro anche il neo-allenatore Modica, sconfitto a Roccella al suo esordio sulla panchina del Messina. 

DI IMPROVVISAZIONE SI MUORE

DI IMPROVVISAZIONE SI MUORE

 Gli ultimi 10 anni di "pallone" sono stati i peggiori della storia calcistica peloritana. Traghettatori, imprenditori del malaffare, fallimenti pilotati, partite truccate, denunce, inchieste e tanto altro ancora. Il tutto condito da disastri sportivi, batoste in casa, batoste in paesini dimenticati da Cristo che per un effimero momento assaggiano la notorietà proprio contro il Messina.

LA VERGOGNA CHE SI RIPETE

LA VERGOGNA CHE SI RIPETE

 L'idea era stata di Lo Monaco: realizzare un locale Radio/TV ufficiale tramite il quale la società e i suoi tesserati avrebbero potuto restare in contatto h24 con i tifosi al seguito della Biancoscudata. Il San Filippo, con le sue innumerevoli e spoglie stanze, ben si presta a questo tipo di iniziative. Lo schianto contro il muro della D della gestione Lo Monaco impedisce la partenza di questo progetto,

DIAMO VOCE ALLA CURVA SUD

DIAMO VOCE ALLA CURVA SUD

COMUNICATO STAMPAA distanza di poco meno di due mesi, con le ferite ancora aperte per l'ennesima mortificazione che la nostra storia...

  • TIFOSI + SCIOTTO = MESSINA 2.0

    TIFOSI + SCIOTTO = MESSINA 2.0

    Venerdì, 20 Ottobre 2017 14:57
  • DI IMPROVVISAZIONE SI MUORE

    DI IMPROVVISAZIONE SI MUORE

    Venerdì, 29 Settembre 2017 12:56
  • LA VERGOGNA CHE SI RIPETE

    LA VERGOGNA CHE SI RIPETE

    Venerdì, 08 Settembre 2017 15:48
  • DIAMO VOCE ALLA CURVA SUD

    DIAMO VOCE ALLA CURVA SUD

    Venerdì, 01 Settembre 2017 19:42
© Il nuovo Forza Messina periodico libero di informazione sportiva www.ilforzamessina.it Registrazione presso il Tribunale di Messina n°16/96 (c) 2006 - 2015 tutti i diritti riservati